test banner

3a Serie Speciale – Regioni n. 37 del 26-9-2020

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 9 aprile 2020, n. 23  

REGIONE TOSCANA DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 9 aprile 2020, n. 23   Regolamento di attuazione della legge regionale 23 novembre 2018, n. 62 (Codice del commercio). (GU 3a Serie Speciale - Regioni n.37 del 26-09-2020

(Pubblicato nel Bollettino Ufficiale della
Regione Toscana n. 21 del 10 aprile 2020)


LA GIUNTA REGIONALE


Ha approvato


IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA


Emana

il seguente regolamento:
(Omissis).
Visto l'art. 117, comma sesto della Costituzione;
Visto l'art. 42 dello statuto;
Vista la legge regionale 23 novembre 2018, n. 62 (Codice del
commercio) e in particolare l'art. 4;
Visto il parere del Comitato di direzione espresso nella seduta del
16 gennaio 2020;
Vista la preliminare deliberazione della giunta regionale n. 62 del
27 gennaio 2020;
Visto il parere favorevole espresso dal Consiglio delle autonomie
locali nella seduta del 21 febbraio 2020;
Visto il parere favorevole con suggerimenti espresso dalla seconda
Commissione consiliare «Sviluppo economico e rurale, cultura,
istruzione, formazione» nella seduta del 26 febbraio 2020;
Visto l'ulteriore parere della struttura regionale competente di
cui all'art. 17, comma 4 del regolamento interno della giunta
regionale del 19 luglio 2016, n. 5;
Vista la deliberazione della giunta regionale 9 marzo 2020, n. 301;
Considerato quanto segue:
1. al fine di dare piena applicazione alla legge regionale 23
novembre 2018, n. 62 (Codice del commercio), entrata in vigore il 13
dicembre 2018 ma con alcune disposizioni in materia di grandi
strutture di vendita rimaste inapplicate in attesa del regolamento
attuativo, sono definite le disposizioni in ordine al funzionamento
della conferenza dei servizi tra regione, provincia e comune
interessati, competente a esprimere il parere preliminare al rilascio
dell'autorizzazione all'apertura, trasferimento e ampliamento delle
grandi strutture;
2. al fine di garantire un'adeguata funzionalita' agli esercizi
commerciali in sede fissa e la loro migliore raggiungibilita' da
parte dell'utenza, riducendo nel contempo l'impatto di tali
insediamenti sulla viabilita' pubblica, sono previsti standard di
parcheggio dimensionati in proporzione alla superficie di vendita
realizzata, ne sono individuate le caratteristiche strutturali e
funzionali e sono definite le caratteristiche dei collegamenti viari
tra le strutture commerciali e la viabilita' pubblica. Nel rispetto
del principio di sussidiarieta', sono altresi' individuate le ipotesi
nelle quali il comune puo' ridurre gli standard, in considerazione
delle caratteristiche dei luoghi o dell'utenza;
3. al fine di favorire la migliore fruizione degli esercizi
commerciali da parte dell'utenza, e' prevista la presenza
obbligatoria di servizi igienici destinati alla clientela in misura
proporzionale alla superficie di vendita, opportunamente forniti di
fasciatoi;
4. al fine di rendere piu' facilmente fruibili gli esercizi
commerciali anche alle persone con disabilita', e' richiamata la
necessaria osservanza delle disposizioni in materia di eliminazione
delle barriere architettoniche;
5. al fine di garantire che le scelte in ordine alla destinazione
delle quote di oneri di urbanizzazione specificamente finalizzate
alla rivitalizzazione di aree commerciali, ai sensi dell'art. 102,
comma 4, della legge regionale 10 novembre 2014, n. 65 (Norme per il
governo del territorio), siano assunte attraverso procedure
trasparenti e condivise, sono previste procedure concertative di
livello comunale;
6. al fine di dare piena attuazione all'intesa sancita in sede di
Conferenza unificata il 6 febbraio 2014 (Intesa, ai sensi dell'art.
8, comma 6 della legge 5 giugno 2003, n. 131 tra il Governo, le
regioni e gli enti locali per la disciplina unitaria in materia
fieristica), sono definiti i requisiti per l'attribuzione della
qualifica di internazionali e nazionali alle manifestazioni
fieristiche e sono stabiliti i requisiti dei quartieri fieristici
destinati ad accogliere le manifestazioni internazionali e di quelli
che possono ospitare le manifestazioni nazionali. Sono altresi'
definiti i criteri per l'attribuzione della qualifica di
internazionali o nazionali alle manifestazioni fieristiche alla prima
edizione e i settori di specializzazione merceologica delle
manifestazioni;
7. ai fini della certificazione dei dati relativi alle
manifestazioni fieristiche, e' riconosciuto il ruolo di Accredia,
designato quale unico organismo nazionale italiano autorizzato a
svolgere attivita' di accreditamento e vigilanza del mercato con
decreto del Ministro dello sviluppo economico 22 dicembre 2009;
8. al fine di garantire continuita' all'attivita' di impresa, e'
prevista una disposizione che consente al quartiere fieristico di
continuare a ospitare le manifestazioni internazionali e nazionali
qualora, in sede di controllo, venga riscontrato non conforme ai
requisiti prescritti dalle disposizioni regionali, sempre che
rispetti le disposizioni in materia igienico-sanitaria, di sicurezza
e di agibilita', a condizione che il soggetto che ne ha la
disponibilita' presenti un dettagliato progetto di adeguamento entro
il termine massimo di dodici mesi, decorsi inutilmente i quali nel
quartiere fieristico non potranno svolgersi manifestazioni con
qualifiche per le quali il quartiere non presenti un'adeguata
conformita';
9. al fine della predisposizione dei calendari fieristici, sono
dettate norme di dettaglio relative alla modalita' e alla tempistica
di invio delle richieste di inserimento e disposizioni in ordine alla
pubblicazione dei calendari;
10. al fine di accogliere il suggerimento della seconda
Commissione consiliare e di adeguare conseguentemente il testo, e'
riformulato il comma 1 dell'art. 2;

Si approva
il presente regolamento:

Art. 1

Oggetto e definizioni
(art. 4 della legge regionale n. 62/2018)

1. Il presente regolamento da' attuazione alla legge regionale 23
novembre 2018, n. 62 (Codice del commercio).
2. Ai fini del presente regolamento, per codice si intende la legge
regionale n. 62/2018.



 

 


Abbonati per consultare tutto l'archivio storico delle gazzette

Gazzetta No Problem

Visualizza Abbonamenti

Newsletter Rimani aggiornato

Inserisci la tua e-mail*

 *Accetta Termini & condizioni