test banner

3a Serie Speciale – Regioni n. 50 del 10-12-2016

LEGGE PROVINCIALE 20 giugno 2016, n. 10  

REGIONE TRENTINO-ALTO ADIGE (PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO) LEGGE PROVINCIALE 20 giugno 2016, n. 10   Modificazioni della legge provinciale sulla scuola 2006. (GU 3a Serie Speciale - Regioni n.50 del 10-12-2016

(Pubblicata nel Supplemento Ordinario n. 9 al Bollettino Ufficiale
della Regione Trentino-Alto Adige n. 25/I-II del 21 giugno 2016)

(Omissis);

IL CONSIGLIO PROVINCIALE


Ha approvato


IL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA


Promulga

la seguente legge:
Art. 1

Integrazioni dell'art. 2 della legge provinciale
7 agosto 2006, n. 5 (legge provinciale sulla scuola 2006)

1. Nella lettera b) del comma 1 dell'art. 2 della legge provinciale
sulla scuola 2006; dopo le parole: «favorendo lo sviluppo delle
competenze e delle potenzialita' individuali» sono inserite le
seguenti: «, con particolare attenzione alla crescita emotiva e
relazionale attraverso anche la continuita' del progetto pedagogico
con i nidi d'infanzia e con gli altri servizi del sistema dei servizi
socio-educativi per la prima infanzia.».
2. Alla fine della lettera b) del comma 1 dell'art. 2 della legge
provinciale sulla scuola 2006 sono inserite le parole: «, che sono
informati compiutamente sulle attivita'».
3. Nella lettera d) del comma 1 dell'art. 2 della legge provinciale
sulla scuola 2006, dopo le parole: «della specialita' trentina,» sono
inserite le seguenti: «la conoscenza degli usi, dei costumi e delle
tradizioni trentine nonche'».
4. Alla fine della lettera f) del comma 1 dell'art. 2 della legge
provinciale sulla scuola 2006 sono inserite le parole: «, rafforzando
nei giovani la dimensione globale della loro cittadinanza».
5. Dopo la lettera f) del comma 1 dell'art. 2 della legge
provinciale sulla scuola 2006 sono inserite le seguenti:
«f-bis) favorire la conoscenza della storia e dell'Europa;
f-ter) garantire anche alle scuole paritarie l'inserimento
nell'attivita' di formazione continua e aggiornamento;».
6. Dopo la lettera a) del comma 2 dell'art. 2 della legge
provinciale sulla scuola 2006 e' inserita la seguente:
«a-bis) le misure di raccordo tra scrolla dell'infanzia e scuola
primaria, per agevolare, in un'ottica di continuita', la transizione
dei bambini;».
7. Dopo la lettera f) del comma 2 dell'art. 2 della legge
provinciale sulla scuola 2006 sono inserite le seguenti:
«f-bis) il potenziamento del sistema di orientamento, anche ai fini
del contrasto della dispersione scolastica, e di accompagnamento per
le transizioni scuola-lavoro e scuola-universita'; ai fini di
migliorare gli strumenti di orientamento, secondo criteri e modalita'
stabiliti dalla giunta provinciale, sono resi noti in forma
statistica gli esiti scolastici delle istituzioni scolastiche e
formative:
f-ter) la promozione della formazione continua e dell'aggiornamento
degli operatori delle istituzioni scolastiche e formative provinciali
e paritarie, per valorizzarne le competenze professionali;
f-quater) il coinvolgimento delle associazioni sportive nell'ambito
del sistema educativo d'istruzione e formazione professionale, anche
in relazione alla collaborazione in ambito didattico.».



 

 


Abbonati per consultare tutto l'archivio storico delle gazzette

Gazzetta No Problem

Visualizza Abbonamenti

Newsletter Rimani aggiornato

Inserisci la tua e-mail*

 *Accetta Termini & condizioni