test banner

Serie Generale n. 49 del 28-2-2018

DECRETO 15 febbraio 2018 

Riconoscimento dell'idoneita' al Centro «Res Agraria S.r.l.», ad effettuare prove ufficiali di campo, finalizzate alla produzione di dati di efficacia e alla determinazione dell'entita' dei residui di prodotti fitosanitari. (18A01379

IL DIRETTORE GENERALE
dello sviluppo rurale

Visto il decreto legislativo del 17 marzo 1995, n. 194 che, in
attuazione della direttiva 91/414/CEE, disciplina l'immissione in
commercio dei prodotti fitosanitari;
Visti in particolare i commi 5, 6, 7 e 8 dell'art. 4 del predetto
decreto legislativo 194/95;
Visto il decreto del Ministro della sanita' del 28 settembre 1995
che modifica gli allegati II e III del suddetto decreto legislativo
194/95;
Visto il decreto interministeriale 27 novembre 1996 che, in
attuazione del citato decreto legislativo 194/95, disciplina i
principi delle buone pratiche per l'esecuzione delle prove di campo e
definisce i requisiti necessari al riconoscimento ufficiale
dell'idoneita' a condurre prove di campo finalizzate alla
registrazione dei prodotti fitosanitari;
Vista l'istanza presentata in data 21 settembre 2017 dal Centro
«Res Agraria S.r.l.», con sede legale in Via Canova, 19/2 - 64018
Tortoreto Lido (TE);
Visto l'esito favorevole della verifica della conformita' ad
effettuare prove di campo a fini registrativi, finalizzate alla
produzione di dati di efficacia e alla determinazione dell'entita'
dei residui di prodotti fitosanitari effettuata in data 01/12/2017
presso il Centro «Res Agraria S.r.l.»;
Visto il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, di riforma
dell'organizzazione di governo a norma dell'art. 11 della legge 15
marzo 1997, n. 59;
Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, relativo alle
«norme generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle
amministrazioni pubbliche», in particolare l'art. 4, commi 1 e 2 e
l'art. 16, comma 1;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 27
febbraio 2013, n. 105 recante il Regolamento di organizzazione del
Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, a norma
dell'art. 2, comma 10-ter, del decreto-legge 6 luglio 2012, n. 95,
convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 135;
Visto il decreto ministeriale n. 1622 del 13 febbraio 2014 recante
«Individuazione degli uffici dirigenziali non generali del Mipaaf, ai
sensi del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri n. 105
del 27 febbraio 2013»;
Considerato che il suddetto Centro ha dichiarato di possedere i
requisiti prescritti dalla normativa vigente, a far data dal 21
settembre 2017, a fronte di apposita documentazione presentata;

Decreta:

Art. 1

1. Il Centro «Res Agraria S.r.l.», con sede legale in Via Canova,
19/2 - 64018 Tortoreto Lido (TE), e' riconosciuto idoneo a proseguire
nelle prove ufficiali di campo con prodotti fitosanitari volte ad
ottenere le seguenti informazioni:
efficacia dei prodotti fitosanitari (di cui all'Allegato III, punto
6.2 del decreto legislativo 194/95);
dati sulla comparsa o eventuale sviluppo di resistenza (di cui
all'Allegato III, punto 6.3 del decreto legislativo 194/95);
incidenza sulla resa quantitativa e/o qualitativa (di cui
all'Allegato III, punto 6.4 del decreto legislativo 194/95);
fitotossicita' nei confronti delle piante e prodotti vegetali
bersaglio (di cui all'Allegato III, punto 6.5 del decreto legislativo
194/95);
osservazioni riguardanti gli effetti collaterali indesiderabili (di
cui all'Allegato III, punto 6.6 del decreto legislativo 194/95).
individuazione dei prodotti di degradazione e di reazione dei
metaboliti in piante o prodotti trattati (di cui all'allegato II,
punto 6.1 del decreto legislativo 194/95);
valutazione del comportamento dei residui delle sostanze attive e
dei suoi metaboliti a partire dall'applicazione fino al momento della
raccolta o della commercializzazione dei prodotti immagazzinati (di
cui all'allegato II, punto 6.2 del decreto legislativo 194/95);
definizione del bilancio generale dei residui delle sostanze attive
(di cui all'allegato II, punto 6.3 del decreto legislativo 194/95);
prove relative agli effetti della lavorazione industriale e/o
preparazione domestica sulla natura e sull'entita' dei residui (di
cui all'allegato II, punto 6.6 del decreto legislativo 194/95);
prove su destino e comportamento ambientale (di cui all'allegato
II, punti 7.1 e 7.2 del decreto legislativo 194/95);
studi ecotossicologici relativamente all'ottenimento dei dati
sull'esposizione (di cui all'Allegato III, punto 7.2 del decreto
legislativo 194/95);
determinazione dei residui in o su prodotti trattati, alimenti per
l'uomo o per gli animali (di cui all'Allegato III, punto 8.1 del
decreto legislativo 194/95);
prove relative agli effetti della lavorazione industriale e/o
preparazione domestica sulla natura e sull'entita' dei residui
(Allegato III, Punto 8.2 del decreto legislativo 194/95);
valutazione dei dati sui residui nelle colture successive o di
rotazione (di cui all'Allegato III, punto 8.5 del decreto legislativo
194/95);
individuazione dei tempi di carenza per impieghi in pre-raccolta o
post-raccolta (di cui all'Allegato III, punto 8.6 del decreto
legislativo 194/95);
prove su destino e comportamento ambientale (di cui all'Allegato
III, punti 9.1, 9.2 e 9.3 del decreto legislativo 194/95 e successive
modifiche);
studi ecotossicologici relativi agli effetti su organismi non
bersaglio (di cui all'Allegato III, punti 10.4, 10.5, 10.6, 10.7 del
decreto legislativo 194/95 e successive modifiche).
2. Il riconoscimento di cui al comma 1, riguarda le prove di campo
di efficacia e le prove di campo finalizzate alla determinazione
dell'entita' dei residui di prodotti fitosanitari nei seguenti
settori di attivita':
aree non agricole;
colture arboree;
colture erbacee;
colture forestali;
colture medicinali ed aromatiche;
colture ornamentali;
colture orticole;
colture tropicali;
concia delle sementi;
conservazione post-raccolta;
diserbo;
entomologia;
microbiologia agraria;
nematologia;
patologia vegetale;
zoologia agraria;
produzione sementi;
vertebrati dannosi.
Inoltre il riconoscimento delle prove di campo di efficacia
riguarda anche il settore di attivita' «Sviluppo dei fitofarmaci,
attivatori e coadiuvanti», mentre il riconoscimento delle prove di
campo finalizzate alla determinazione dell'entita' dei residui
riguarda anche il settori di attivita' «Trasformati», «Residui nel
suolo», «Esposizione operatore».



 

 


Abbonati per consultare tutto l'archivio storico delle gazzette

Gazzetta No Problem

Visualizza Abbonamenti

Newsletter Rimani aggiornato

Inserisci la tua e-mail*

 *Accetta Termini & condizioni