test banner

Serie Generale n. 94 del 23-4-2018

DECRETO 22 febbraio 2018 

Definizione dei criteri e delle modalita' di ripartizione tra le regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano del Fondo per le mense scolastiche biologiche. (18A02851

IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE
ALIMENTARI E FORESTALI

di concerto con

IL MINISTRO DELL'ISTRUZIONE,
DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA

Visto il regolamento (CE) n. 834/2007 del Consiglio del 28 giugno
2007 e successive modifiche e integrazioni, relativo alla produzione
biologica e all'etichettatura dei prodotti biologici e che abroga il
Reg. (CEE) n. 2092/91;
Visto il regolamento (CE) n. 889/2008 della Commissione del 5
settembre 2008 e successive modifiche e integrazioni, recante
modalita' di applicazione del Reg. (CE) n. 834/2007 del Consiglio
relativo alla produzione biologica e all'etichettatura dei prodotti
biologici, per quanto riguarda la produzione biologica,
l'etichettatura e i controlli;
Visto il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, recante
«Riforma dell'organizzazione del governo, a norma dell'art. 11 della
legge 15 marzo 1997, n. 59» e s.m.i.;
Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, recante «Norme
generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle
amministrazioni pubbliche» e s.m.i.;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 27
febbraio 2013, n. 105, concernente «Regolamento recante
l'organizzazione del Ministero delle politiche agricole alimentari e
forestali, a norma dell'art. 2, comma 10-ter, del decreto-legge 6
luglio 2012, n. 95, convertito, con modificazioni, dalla legge 7
agosto 2012, n. 135»;
Visto il decreto-legge 12 settembre 2013, n. 104, recante misure
urgenti in materia di istruzione, universita' e ricerca, convertito
con modificazioni, dalla legge 8 novembre 2013, n. 128, e, in
particolare, l'art. 4, comma 5-quater;
Visto il decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, recante
«Attuazione delle direttive 2014/23/UE, 2014/24/UE e 2014/25/UE
sull'aggiudicazione dei contratti di concessione, sugli appalti
pubblici e sulle procedure d'appalto degli enti erogatori nei settori
dell'acqua, dell'energia, dei trasporti e dei servizi postali nonche'
per il riordino della disciplina vigente in materia di contratti
pubblici relativi a lavori, servizi e forniture» ed, in particolare,
l'art. 34, comma 1;
Visto il decreto legislativo 19 aprile 2017, n. 56, recante
«Disposizioni integrative e correttive al decreto legislativo 18
aprile 2016, n. 50»;
Visto il decreto-legge 24 aprile 2017, n. 50, convertito con
modificazioni dalla legge 21 giugno 2017, n. 96, ed, in particolare,
l'art. 64, comma 5-bis che istituisce nello stato di previsione del
Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali il Fondo
per le mense scolastiche biologiche;
Visto il decreto del Ministro delle politiche agricole alimentari e
forestali di concerto con il Ministro dell'istruzione,
dell'universita' e della ricerca e con il Ministro della salute n.
14771 del 18 dicembre 2017, che istituisce l'elenco delle stazioni
appaltanti e dei soggetti eroganti il servizio di mensa scolastica
biologica;
Considerato che il piano d'azione per il futuro della produzione
biologica nell'Unione europea COM (2014) 179 final del 24 marzo 2014,
tra le dieci azioni previste, colloca anche «Azione 4 - Biologico e
Green Public Procurement - stimolare l'utilizzo dei prodotti
biologici nella ristorazione ospedaliera e nelle mense scolastiche, e
l'applicazione del metodo biologico anche nella gestione del verde
delle aree pubbliche»;
Considerato che il comma 5-bis del suddetto decreto-legge 24 aprile
2017, n. 50, istituisce il Fondo per le mense scolastiche biologiche,
al fine di promuovere il consumo di prodotti biologici e sostenibili
per l'ambiente con una dotazione di 4 milioni di euro per il 2017 e
10 milioni di euro annui per il 2018 e il 2019 e 5 milioni di euro a
decorrere dal 2020.
Considerato che il suddetto fondo e' destinato a ridurre i costi a
carico dei beneficiari del servizio di mensa scolastica biologica e a
realizzare iniziative di informazione e di promozione nelle scuole;
Acquisita l'intesa della conferenza permanente per i rapporti tra
lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano
nella seduta del 24 gennaio 2018;

Decreta:

Art. 1

Finalita' e ambito di applicazione

1. Il presente decreto definisce i criteri e le modalita' di
ripartizione tra le Regioni e le Province autonome di Trento e di
Bolzano del Fondo per le mense scolastiche biologiche, istituito ai
sensi dell'art. 64, comma 5-bis, del decreto-legge 24 aprile 2017, n.
50, convertito, con modificazioni, della legge 21 giugno 2017, n. 96.
2. Il Fondo e' destinato a ridurre i costi a carico dei beneficiari
del servizio di mensa scolastica biologica e a realizzare iniziative
di informazione e di promozione nelle scuole e di accompagnamento al
servizio di refezione.



 

 


Abbonati per consultare tutto l'archivio storico delle gazzette

Gazzetta No Problem

Visualizza Abbonamenti

Newsletter Rimani aggiornato

Inserisci la tua e-mail*

 *Accetta Termini & condizioni